venerdì 25 gennaio 2019

FRA ME E TE - Marco Erba

Lo sapete, io e gli YA, una grande storia d'amore. Non posso resistere a quelle storie che parlando di adolescenti, in particolare poi se sono sofferte e strazianti. Più andavo avanti nella lettura più era difficile smettere e impossibile uscire dalla storia.

Titolo: Fra me e te
Autore: Marco Erba
Editore: Rizzoli
Pagine: 387
Trama: Edo è arrabbiato. Detesta i suoi professori - Voldemort, la Frigida, il Cetaceo. Non ha veri amici. Odia Cordaro, la sua città. Perché è caotica e sporca, ma soprattutto perché è piena di stranieri. E lui gli stranieri non li può vedere, in particolare i cinesi. Finché non incontra Yong. Chiara è una brava ragazza, fa volontariato, ha voti altissimi a scuola. Tiene un diario intitolato Memorie di un bruco sognatore. Per gli adulti è una da additare come esempio, per i suoi compagni è troppo seria. Finché non scopre Facebook. Raccontata a due voci, una storia che impasta amore, amicizia, pregiudizio; che fa emozionare, ricordare, sognare; che scatta una fotografia nitidissima della vita tra i social network, la scuola, i genitori; che mette a nudo il razzismo dei finti forti e il coraggio dei fragili. Che fa diventare adolescente anche chi non lo è mai stato.


__ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __

Fra me e te è una frase che descrive un legame, un collegamento. 
Fra me e te è un libro che parla, per l'appunto, di legami. 
Edo e Chiara non si conoscono, e per quasi tutto il libro si sfiorano e basta. Eppure sono estremamente simili, intrappolati in una vita di cui non si sentono del tutto padroni.

Edo è arrabbiato, coi suoi genitori, con i cinesi, con il mondo intero. La sua rabbia è vivida, è reale, buca le pagine. Tutti prima o poi abbiamo provato la sua stessa rabbia, magari non per le sue stesse motivazioni, ma è un sentimento che ognuno di noi conosce, soprattutto durante l'adolescenza. Edo è un ragazzo che sta cercando la sua strada, che quando conosce quei bulli da cui è sempre riuscito a star lontano trova un modo per sfogare la sua rabbia irrazionale. Ma poi succede qualcosa nella sua vita, che gli fa vedere le cose in modo diverso. La rabbia diventa vergogna, e rimpianto. 

Chiara da sempre è stata bullizzata, ha sempre vissuto nell'ombra, nel suo bozzolo senza mai sbocciare, restando nascosta dal mondo intero, in disparte. Ma quando apre Facebook e scopre che forse non è un bruco, ma con il giusto atteggiamento può essere una bellissima farfalla, il suo mondo cambia, lei cambia il suo approccio verso il mondo esterno. Ma per questa popolarità, per questa "rivalsa" deve sacrificare qualcosa. E a un certo punto Chiara capisce che non tutto è come sembra, che forse quello a cui ha rinunciato per diventare così non vale quello che ci ha guadagnato. Anche Chiara alla fine trasformerà la sua paura di apparire in rabbia, rabbia contro quelli che la prendono in giro anche ora, sebbene in modo diverso rispetto a prima.

Tutto il libro è un percorso, che Edo e Chiara fanno parallelamente, toccandosi appena per conoscenze in comune, senza mai scontrarsi davvero. Edo e Chiara cresceranno, cambieranno, capiranno tante cose. Mai come in questo libro è lampante che il caso non esiste, è il destino che governa le loro vite, ed è proprio seguendo il destino che saranno in grado di rialzarsi, si accorgeranno di non essere soli.

L'adolescenza è un periodo difficile, per tutti. Questo è un dato di fatto, è reale, non è finzione.
Marco Erba con il suo libro ci riporta al nostro passato, perchè tutti, bene o male, conosciamo almeno uno dei temi trattati qui, che sia il bullismo, l'odio razziale (è brutto da dire, ma qualcuno sicuramente ci si è rivisto), la rabbia verso i genitori, la voglia d'indipendenza e l'arroganza che si ha 15 anni. 

Marco Erba ci parla di una storia assolutamente verosimile, con personaggi che tramite il loro punto di vista -quasi un diario a tutti gli effetti- ci raccontano i loro sentimenti e i loro pensieri. E' impossibile non provare nulla leggendo Fra me e te, le emozioni sono forti e si percepiscono nitidamente. E' come essere tornata alle superiori, vedevo gli attori di questo libro nell'ambientazione della mia scuola, della mia città. 
Edo e Chiara sono reali, mi sono ritrovata ad essere entrambi. E ho amato tantissimo questa loro storia fatta di destino e di crescita.

Non metterò citazioni del libro, ho sottolineato un sacco di cose e preferisco tenermele per me, perchè in ognuna delle parole che ho evidenziato c'è una piccola parte di me. Non posso negare di essere tornata con la mente ai miei 15 anni, ma leggendo questo libro ora che ne ho il doppio, ho percepito la differenza fondamentale tra l'adolescente e l'adulta che esistono in me. Ed è per questo che adoro leggere YA, perchè mi ricordano me stessa e mi mostrano cosa è cambiato da allora, possiamo quasi dire che mi sento saggia (ma attenzione, non con tutti gli YA funziona così). 

Anche in questo caso ho trovato un paio di canzoni adatte a questo YA, ci sto prendendo gusto ad associare le canzoni eh!


My playlist

12 commenti:

  1. Gli avevo dato cinque stelle anche io - sapevo che sarebbe stato così anche per te.
    E niente, come non essere d'accordo con ogni tua parola. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica cosa che magari io e te non condividiamo sono le canzoni che ho messo XD
      Il resto è risaputo u.u

      Elimina
  2. E poi quando decido di mettere da parte gli YA mi spuntano recensioni come questa. E che cavolo XD

    RispondiElimina
  3. Avevo completamente snobbato questo titolo, tra l'altro non avevo nemmeno letto la trama. Devo dire che mi hai messo curiosità, me lo segno perché da come lo descrivi potrebbe piacermi.

    RispondiElimina
  4. Ammetto che alle parole "sofferte e strazianti" mi avevi quasi persa, ma leggendo la recensione mi sono dovuta ricredere! Sembra un titolo decisamente interessante!

    RispondiElimina
  5. se dico che non l'ho snobbato, sono una brutta persona? La tua opinione mi fa pensare, però sono indecisa se prenderlo o meno in considerazione..più che altro vista la tbr lunghissima che ho.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, le tbr sono un problema, ma io davanti a uno YA così non so resistere!!!

      Elimina
  6. Un altro romanzo da aggiungere alla mia lista infinita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo merita, mettilo in quelli importanti XD

      Elimina