giovedì 25 gennaio 2018

LA PRINCIPESSA - SHADOWHUNTERS - Cassandra Clare

Dopo aver letto e recensito Il Principe la settimana scorsa non potevo non buttarmi subito nel terzo capitolo di questa trilogia della Origini (qui trovate la recensione del primo volume). Sapevo sarebbe stato doloroso, sapevo di odiare Tessa e amare Will, e nonostante tutto ero curiosa perchè dovevo leggere la fine di questa storia. 

Titolo:  La principessa – Shadowhunters (The Infernal Devices #3)
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori
Pagine:553
Trama: Una rete d'ombra si stringe sempre di più intorno agli Shadowhunters dell'Istituto di Londra. Mortmain progetta di usare un esercito di automi spietati per distruggere una volta per tutte i Cacciatori. Gli manca un solo elemento per completare l'opera: Tessa Gray. Intanto, Charlotte Branwell, capo dell'Istituto, cerca disperatamente di trovarlo per impedirgli di scatenare l'attacco. E quando Mortmain rapisce Tessa, Will e Jem, i ragazzi che ambiscono alla conquista del suo cuore, fanno di tutto per salvarla. Perché anche se Tessa e Jem sono fidanzati ufficialmente, Will è ancora innamorato di lei, ora più che mai. Tuttavia, mentre chi le vuole bene unisce le forze per strapparla alla perfidia di Mortmain, Tessa si rende conto che l'unica persona in grado di salvarla dal male è lei stessa. Ma come può una sola ragazza, per quanto capace di comandare il potere degli angeli, affrontare un intero esercito? Pericoli e tradimenti, segreti e magia, oltre ai fili sempre più ingarbugliati dell'amore e dell'abbandono si legano e si confondono mentre gli Shadowhunters vengono spinti sull'orlo del precipizio...
Non so bene da dove iniziare a parlare di questo libro, l'ultimo della trilogia delle origini nota anche come The Infernal Devices. Non pensavo mi sarebbero piaciuti così tanto questi libri, sono partita titubante e ne sono uscita conquistata. 


Con La Principessa si conclude un ciclo, una storia, un'epoca. Finalmente qui ci viene chiarito tutto, chi e cosa è Tessa, cosa vuole il Magister fino ad arrivare alla resa dei conti, dove assistiamo alle più classiche delle lotte, quella tra bene e male. 
Non credo dirò altro di quello che accade in questo libro. Essendo il terzo di una serie ci si arriva per gradi, è inutile che vi racconti cosa succede, vanno letti i primi due libri per arrivare a questo e non sto qui a riassumerveli. La storia di questi personaggi in qualche modo si chiude con La Principessa, quasi per tutti.

La trama sviluppata nel complesso dei tre volumi resta molto -passatemi il termine-  essenziale, i fatti importanti sono pochi alla fine, non dico che sia prevedibile però si può immaginare come vada a finire in certe situazioni. 
Eppure la Clare riesce a renderla immensa, l'ambientazione è perfetta, il world-building eccezionale. 
Capisco anche che essendo un prequel certe cose vengano spiegate per potersi collegare ai libri seguenti, o almeno così immagino io. Ma nonostante questo ho letto tutto con interesse, nonostante questa semplicità di sviluppo c'è talmente tanto dei personaggi, dei luoghi descritti, del mondo creato che ti cattura. 
La trama semplice svanisce davanti al mondo complesso e ampio di cui fa parte il resto. 

Per non parlare dei personaggi assolutamente bellissimi e indimenticabili. Non sono impazzita, odio Tessa ancora più di prima, ma obiettivamente, resta un personaggio impossibile da dimenticare (anche se forse nei piani della Clare andrebbe amato...).

Ho sofferto con Will, il travagliato, melodrammatico, pazzo, folle, misterioso e corrucciato Will. Quel ragazzo che ha deciso di unire la sua anima a quella di Jem, pur sapendo che prima o poi il loro legame si sarebbe spezzato. 
Amare Will in questi libri è straziante, ti porta a sentire l'intensità del suo dolore, mi sono ritrovata sanguinante con lui -molto più che nel Principe. 
E ho sviluppato un singolare rapporto di odio/amore con Jem. Il perfetto, cordiale e morente Jem, così innamorato di Tessa da rinunciare alla sua vita, a volte mi ha dato fastidio per certe cose non dette o non capite.

Nonostante il mio odio per Tessa, non posso che essere affascinata da questi tre protagonisti, così uniti nel loro amore -anche se differente per ognuna delle coppie che formano- tanto da trascendere il tempo e le Leggi. 

Un amore che è formato da melodie diverse, quella triste ed espressiva del violino di Jem in contrapposizione a quella poetica dei libri di Will. Tessa è divisa da questi sentimenti opposti che però li unisce come mai nessuno prima. 
Ogni cuore ha la sua melodia. Tu conosci il mio. 
Se per un attimo mi dimentico della componente femminile del triangolo restano Jem e Will , che con il loro legame sono unici. Amo talmente tanto l'idea dei parabatai, di loro due parabatai, che non riesco nemmeno a spiegarlo. Ci sono scene del loro primo incontro che mi hanno trasmesso emozioni fortissime, che li unisce non è solo la runa e il rituale, loro si sono scelti per sempre (tecnicamente la morte dovrebbe sciogliere questo filo, eppure...). Lo trovo davvero bellissimo e poetico.
Non sono solo. Ovunque siamo, è come se fossimo un tutt’uno. 
Dei protagonisti secondari ho amato particolarmente i Lightwood, Gabriel soprattutto che nei precedenti libri era poco presente. E ho apprezzato molto anche Cecily, così cocciuta e determinata, tanto troppo simile a suo fratello Will (come non amarla?). Come prima sono rimasta affascinata da Magnus Bane e sono felice di sapere che lo ritroverò anche più avanti (non posso dire lo stesso per Tessa).

Di tutti e tre i libri questo è quello più intenso, quello che mi ha fatto stare più male, che mi ha lasciato più emozioni; dalla prima parola mi ha conquistata e trascinata di nuovo in questo mondo oscuro di angeli e demoni. 
Ancora una volta non posso che apprezzare l'epoca vittoriana in cui è ambientato che ha dato un fascino in più a questa storia che al suo interno porta avventura, amore, vendetta. Tutto contornato dagli estratti dai più classici libri e romanzi romantici che Will e Tessa amano tanto.

Di certo è una serie che va vista nel suo intero, non bisogna soffermarsi solo su questi tre libri, che seppur completi, sono solo una piccola parte dell'universo Shadowhunters. E credo proprio che continuerò questa serie ora, non so se gli altri libri riusciranno a conquistarmi come questi, ma di sicuro lo voglio scoprire.

10 commenti:

  1. Ciao! La saga di Cassandra Clare è qualcosa che rimando da decisamente troppo tempo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di recuperarla assolutamente allora, mi è proprio piaciuta!

      Elimina
  2. Oh le cinque stelline che aspettavo!
    Will ♥ Jem ♥
    Se tutti i protagonisti dei libri fossero come questi due ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tutti fossero come loro saresti sommersa di cuoricini su telegram! Invece spesso ci sono insulti XD

      Elimina
  3. Quanto ho pianto, mamma mia. La vera storia d'amore di questa trilogia è quella tra Jem e Will, indipendentemente da quale dei due si preferisca, altro che quella melanzana di Tessa U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Will e Jem sono l'amore <3

      Elimina
  4. Devo iniziare questa serie, mi incuriosisce troppo.

    RispondiElimina
  5. Bellissimo libro e bellissima trilogia!!È sicuramente la mia preferita tra le varie serie di Shadowhunters *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora per me è l'unica letta ma mi è davvero piaciuta!

      Elimina