lunedì 14 maggio 2018

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - PER CINQUE MINUTI IN PIU' - Victoria Sue

Quando ho letto la trama di questo libro, che mi ricordava vagamente i THIRDS ho pensato subito che dovevo leggerlo, con riserva però, avevo paura fosse troppo simile a loro. E invece... è stato quasi come leggere degli X-Men! (Devo anche stare attenta che altrimenti invece di chiamarli potenziati li chiamo X-Men nella recensione). 
Ma veniamo ai fatti. 

Titolo:  Per cinque minuti in più (Serie Enhanced World, Libro 1)
Titolo originale: Five minutes longer
Autore: Victoria Sue
Editore: Dreamspinner Press Italiano 
Pagine: 221
Data pubblicazione: 15 maggio 2018
Trama: Fin dal momento della sua trasformazione in un umano potenziato, Talon Valdez sapeva che avrebbe dovuto dire addio alla sua vita e ai suoi sogni. Trattati con diffidenza, insultati, spesso rinchiusi, i potenziati sono visti come mostri, disprezzati dalla società e considerati inadatti a prestare servizio nell’esercito o nelle forze dell’ordine.
Anni più tardi, ha la possibilità di creare una task force di potenziati all’interno dell’FBI, ma a una condizione: ogni potenziato deve fare coppia con un essere umano normale.
Finn Mayer sogna di entrare nell’FBI da quando aveva quattordici anni e ha fatto qualsiasi sacrificio perché ciò avvenisse: ha sopportato di vivere con una madre egoista, con un fratello omofobo e bullo e di non avere un compagno. Soffre però di dislessia non diagnosticata e basta questo a frustrare le sue aspirazioni sul nascere. La sua ultima occasione è fare coppia con Talon, un potenziato con abilità letali, che però non vuole affidare i suoi segreti ai normali e che pertanto vuole vederlo fallire.
Quattro sono le settimane a disposizione di Finn per provare alla squadra quanto vale. Quattro le settimane perché la squadra dimostri al resto del mondo che può funzionare. E quando un altro gruppo minaccia il loro successo – mettendo a rischio le loro vite – sarà per quattro settimane che dovranno sopravvivere.


__ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __ __


Finn è un "ragazzino" che da sempre sogna di entrare nell'FBI, ma suo fratello -lasciatemelo dire, è un emerito s*****o, omofobo e invidioso di quel fratellino così intelligente rispetto a lui- e la sua dislessia mai ufficialmente diagnosticata sono scogli difficili da superare, per cui quando inaspettatamente gli viene data l'opportunità di entrare a far parte di una squadra di prova composta da potenziati e umani non può farsela sfuggire. Dovrà fare in modo di far funzionare le cose, è l'unica occasione per realizzare il suo sogno di lavorare per l'FBI, dopotutto lui -a differenza di altre milioni di persone- non ha nessun problema con i cosiddetti potenziati. Però Talon, colui che sarà il suo partner, non sembra molto bendisposto nei suoi confronti, e anche il resto della squadra non pare accettarlo a braccia aperte come invece sembra fare lui... Avranno quattro settimane per portare a termine questo esperimento, quattro settimane per dare una svolta alla sua vita e farsi accettare dai suoi nuovi compagni di squadra. 

Questo libro mi è piaciuto tantissimo, questi potenziati (che io erroneamente avevo inteso simili ai mutaforma nei THIRDS) sono una specie di X-Men, umani che improvvisamente da bambini sviluppano poteri paranormali in concomitanza con la comparsa del marchio che li contraddistingue come potenziati (un simbolo che compare sotto l'occhio sinistro). 
Come in ogni mondo che tratta di umani con poteri paranormali, questi potenziati sono visti come mostri, estremamente pericolosi, vengono discriminati e maltrattati, spesso i bimbi vengono abbandonati dalle loro famiglie. L'idea di creare una squadra composta sia da umani che da potenziati è un esperimento che l'FBI vuole compiere per cercare di equilibrare l'enorme disuguaglianza che divide questo mondo e renderlo più giusto e funzionale, salvaguardando proprio quei bambini che una volta abbandonati dai genitori sembrano sparire nel nulla.

Talon e Finn sono delle cavie, costretti a lavorare insieme scopriranno di non disprezzarsi poi sul serio, e Finn piano piano riuscirà ad entrare nelle simpatie della squadra, perchè nonostante sia veramente sfigato (nel senso che è molto molto sfortunato, gliene capita sempre una), è anche molto intelligente, è impossibile non ammirarlo se lo si conosce. E' un ragazzo estremamente impacciato, non sa leggere bene ma compensa con un QI davvero elevato, ed è adorabile quando arrossisce per l'imbarazzo. A tutto ciò si aggiunge il fatto che è anche molto carino e affascinante, stimola simpatia e affetto. Cosa che complicherà non poco i rapporti con Talon, che vuole essere un duro e fare l'indifferente ma tutto ciò che ottiene è di fare ancora più casino nella testa di Finn.

Amo gli X-Men e di conseguenza ho amato questi potenziati dagli svariati poteri, forse sono cose già viste, però l'autrice riesce a rendere interessante la narrazione e i personaggi in questo contesto paranormale, grazie anche al fatto di non aver inserito come protagonista il superuomo con i poteri più forti di tutti; ad es. negli X-Men i protagonisti sono sempre quelli super forti e pericolosi, è quasi un clichè presente ovunque, ho apprezzato che qui non fosse così.
Ho amato lo sviluppo della trama che a tratti è sì quasi assurda, però fa sorridere e invoglia a scoprire cosa accadrà poi. In particolare mi è piaciuto Finn e il modo in cui riesce a fare breccia nel cuore di tutta la squadra, riesce a conquistare quei colleghi che sin dal primo giorno volevano boicottarlo, tutto grazie anche al loro capo, l'Agente Gregory 
È il tipico ragazzo dell’America rurale. Tranquillo. Educato. Appassionato. L’opinione pubblica lo avrebbe apprezzato.”
“Pensate a Capitan America prima di diventare un duro,” ridacchiò Vance.
“Quindi lo vuole solo per la stampa?” chiese Sawyer.
“No. Assolutamente no. Credo ancora fermamente che la collaborazione sia l’unica soluzione.”
Non c'è mai un attimo di pace per Finn, letteralmente, e la fine del libro -per fortuna senza cliffhanger- promette interessanti sviluppi per i seguiti che sicuramente leggerò.

Ho apprezzato anche gli altri membri della squadra, non sono solo un contorno, e viene spiegato qualcosa di ognuno di loro. Uno di quelli che mi incuriosisce di più è Eli, e spero che nei prossimi libri si vedranno ancora di più, perchè insieme sono proprio belli da leggere.

Però. C'è un però. 

Questo non è solo un poliziesco con tratti paranormali e tanta azione. Questo è un m/m, per cui mi aspettavo una componente romance un po' più marcata e meglio sviluppata. Il rapporto tra Talon e Finn infatti è troppo rapido, non viene approfondito e caratterizzato a dovere, appare forzato soprattutto all'inizio.
Presi singolarmente i due personaggi sono fatti bene, si capisce per quale motivo sono in questa situazione, si intuisce il loro passato e i lori problemi e la cosa mi piace. Ma il loro rapporto è troppo frettoloso, si scambiano un bacio e la volta dopo sono già in camera da letto, già pensando ai sentimenti per l'altro. 
Ora, considerando che Finn non è mai stato con nessuno prima, ho trovato questo loro rapporto un po' forzato. Mi sono piaciuti tantissimo certi loro momenti insieme, avrei però preferito uno sviluppo un poco più lento con qualche scena in più. Per questo motivo mi trovo a dare questo voto, se la loro relazione fosse stata gestita meglio avrei dato quattro stelline sicuramente (essendo un m/m mi aspettavo più m/m appunto).

Nel complesso è un bel libro, di cui leggerò i seguiti sicuramente perchè mi aspetto grandi cose anche grazie alla comparsa di alcuni personaggi verso la fine.

6 commenti:

  1. Buon pomeriggio,
    Ho appena finito di leggere il tuo post, ben scritto è molto interessante! Si vede che la trama per te è stata avvincente, poiché la descrivi in maniera minuziosa e precisa! Facendo un ottimo resoconto di quelli che sono i lati negativi e positivi dell'intera storia! Non è purtroppo semplice fare delle recensioni su dei film che di per sè sono un po' "celati" da quello standard che è rappresentato dai vari precursori, (quali potrebbero essere, appunto, Gli x-men e da te citati o, per parlarvi un altro genere Lo stile Marvel... Insomma dagli Avengers in poi!)... Per cui creare una storia originale di sana pianta non è una cosa molto semplice! Però dal modo in cui Descrivi questo libro sembra comunque essere originale e pieno di colpi di scena! (sebbene poi alla fine, tu stessa hai ammesso che c'è poco del romantico ed è quello che più ti aspettavi). Ad ogni modo Grazie di aver condiviso questo post, sarà uno slancio in più per coloro che vogliono comprare, attirati dalla curiosità, questo libro! A presto. (^__^)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo gli umani con superpoteri sono un argomento oramai all’ordine del giorno ma dato che è un genere che amo questo libro mi è piaciuto! Certo mi aspettavo più romance però spero nei prossimi perché sicuramente li leggerò!

      Elimina
  2. Comunque loro restano gli X-Men e io ho appena scoperto che il libro di Gael è appena uscito in America e ne esce tipo uno all'anno, quindi per Eli e gli altri l'attesa è lunga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè pure Gael potrebbe essere affascinante... poi deve arrivare il nuovo tizio per lui sono curiosa :3

      Elimina
  3. Avevo dei pregiudizi su questo titolo, ma forse mi hai fatto cambiare idea :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti fatto cambiare idea :)

      Elimina