lunedì 21 maggio 2018

BBB AWARD

Buongiorno e buon lunedì! Iniziamo questa settimana con un premio, che ho ricevuto dal blog di SIlvia La nostra passione non muore ma cambia colore, che ringrazio per aver pensato a me! 
Mi è stato conferito il BBB award, ideato dalla blogger Francesca Vanni.




B.B.B. sta per Bastiano Baldassarre Bucci, il protagonista del celebre romanzo La storia infinita di M.Ende, e le domande che vengono fatte ai premiati sono tutte a tema libri.

REGOLE:
- Ringraziare chi vi ha dato il premio e prendere il banner (fatto sopra)
- Rispondere alle domande;
- Girare il premio ad almeno tre blogger 

Ed ecco le mie risposte!

1) Cosa sono per te i libri?
I libri molto banalmente sono la mia vita, e sono una parte di me. Potrei definirmi drogata di libri, so che molti di voi capiscono cosa intendo. Mi servono per evadere, per distrarmi, amo le parole e quello che messe insieme riescono a raccontare.

2) Consiglieresti mai un libro?
Beh, già il fatto di avere un blog è un consigliare libri, per cui sì. 
Capita spesso di dire a certi amici "devi proprio leggerlo" perchè in base all'amico/a so che potrebbe piacergli. E anche quando faccio regali a certe persone che so che leggono di solito azzecco sempre il titolo scelto!

3) Copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenzare da questi tre elementi nella scelta di un libro?
Assolutamente sì. Le pagine per me contano, non dovrebbero, ma a volte mi faccio influenzare perchè un libro di 90 pagine per me è un racconto e per quanto bello e intenso non ha lo stesso peso di un libro da 300 (la media dei miei libri diciamo). La copertina e il titolo a volte mi traggono in inganno, però spesso è più forte di me e non resisto a certe cover (vedi la fregatura di Wintersong...).

4) Autori nuovi: sì o no?
Certo! Alcuni autori per me sono una garanzia, ma sono aperta a nuovi orizzonti. Resto sempre più diffidente verso gli italiani però, non li escludo a priori ma ci vado coi piedi di piombo, nei fantasy in particolare. 

5) Libri semi/auto-pubblicati: sì o no?
Snì, è capitato di leggerli ma raramente sono rimasta davvero soddisfatta dai self... per cui tendo a preferire una CE -anche piccola- perchè un minimo di supervisione c'è. 

6) Leggi più libri insieme o uno alla volta?
Leggo più libri insieme quando leggo sia in inglese che in italiano, per alleggerire il tutto dato che in inglese non sono una scheggia li alterno (tipo al mattino inglese che son più sveglia e alla sera italiano che son stanca e capisco meno inglese). 
Altrimenti uno alla volta.

7) Il libro che vorresti aver scritto?
Ma, non saprei, non ho mai sentito il bisogno di scrivere e quando leggo non mi capita mai di dire "vorrei averlo scritto io"

Di solito non nomino mai nessuno, ma in questo caso ho deciso che farò tre nomi come mi viene richiesto, perchè sono curiosa di leggere le loro risposte a queste domande!
- Alice di Some Books Are
- Katerina di A Game of T.A.R.D.I.S.
- Daniela di Un libro per amico

E voi come rispondereste a queste domande?
Fatemi sapere!

13 commenti:

  1. E' vero quando un libro è piccolo a volte tende non essere un libro vero e proprio però a volte sono rimasta sorpresa. Se leggo inglese e italiano anch'io leggo insieme (sono lenta come una lumanca e pirgrissima) altrimenti non mi piace leggere due libri insieme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, ho letto fiabe che adoro e quelle sono brevi, però essendo così brevi, non li considero alla stregua dei romanzi ecco, per me libro è un romanzo oppure un insieme di tante storie tipo racconti (ma sono io che concepisco così la parola libro, è strano come possa essere soggettiva una sola parola a volte).
      Io sto cercando di leggere di più in inglese per velocizzarmi e aggiungere più libri in lingua :D

      Elimina
  2. Ciao! Grazie mille per aver risposto alle domande! Condivido le tue riflessioni su numero di pagine, titolo e copertina...da quest'ultima è facile lasciarsi traviare, lo so! Purtroppo anche con i libri auto-pubblicati a volte ci vogliono i piedi di piombo :-(

    RispondiElimina
  3. <3 Grazie mille! Risponderò al più presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passerò con piacere a leggere le tue risposte :)

      Elimina
  4. Grazie per aver partecipato e accettato il mio premio, è sempre bello parlare di libri!
    Sulla questione sollevata dalla domanda 5 pubblicherò giovedì un post, perché credo sia giunto il momento di chiarire che non esistono più differenze fra case editrici "famose" e "self".
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per averlo creato, sono domande molto interessanti!
      Riguardo ai self non sono del tutto chiusa, però ho quasi sempre preso cantonate, nonostante scegliessi generi/autori che mi ispiravano tanto. Certo ho avuto anche qualche soddisfazione, e forse ne dovrei leggere di più per avere dati più corretti.
      Però mi capita anche con la musica, i gruppi autoprodotti hanno purtroppo sempre dei piccoli difetti che sotto etichetta invece spariscono, difetti che alla fine ti rendono il tutto meno piacevole.
      Però sono curiosa e sono una pronta a cambiare idea sulle cose, per cui passerò sicuramente a leggere il tuo post! :)

      Elimina
  5. Anche io diffido degli italiani!! Chissà perchè!! Intrinsecamente penso che mi rifaccio molto al detto: l'erba del vicino è sempre più verde, riferendomi a inglesi e americani che sembrano molto più preparati in fatto di letteratura. Ma non sempre è così...per fortuna!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece adoro gli italiani!!!
      Anche perché non leggo in lingua e non so mai quanto sia frutto dell'autore e quanto della traduzione.

      Elimina
    2. In realtà ogni tanto mi capita di leggere qualcosa di made in Italy, amo alcuni autori italiani, ma prediligo generi fantasy/sci-fi che in Italia non mi soddisfano mai del tutto (brutte esperienze). Invece sui generi romance/contemporanei mi capita di leggere di più ma leggendo poco quei generi di mio leggo poco italiano e basta XD
      (Però non solo non leggo tanto autori italiani ma snobbo totalmente i film e la musica commerciale, sono proprio una brutta persona XD)

      Dany io leggo qualcosa in lingua e se leggo in inglese non rileggo mai la traduzione per evitare di sconvolgermi le cose :P

      Elimina
  6. Grazie mille per la nomina, Fede! :)
    Anche se ho il sospetto che le mie risposte verranno fuori pericolosamente simili alle tue, appena riesco a rubare il computer ai miei genitori per più di dieci minuti - visto che sono ancora sprovvista del mio - mi adopero per farlo! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai con calma, passerò sicuramente a leggerle, e sì avevo preventivato la possibilità di risposte simili tipo al 50% XD

      Elimina