lunedì 4 dicembre 2017

ENDGAME - THE CALLING - James Frey - Nils Johnson-Shelton

Finalmente è giunto il momento di parlare di questo bellissimo libro, che mi ha tenuto compagnia per diverso tempo anche a causa di varie interruzioni di lettura che ho fatto per dare precedenza ad altri titoli.
È davvero complicato parlare di questo libro perché non è un libro facile, non è un libro adatto a tutti ma se vi piace il genere distopico duro è perfetto per voi.
Endgame è iniziato.
Engame è ovunque.

_____________________________________________

Titolo:  Endgame – The Calling
Autore: James Frey -  Nils Johnson-Shelton
Editore: Casa Editrice Nord
Pagine: 490
Trama: Una serie di catastrofi naturali si è abbattuta su alcune città sparse per il mondo. Tutti sono convinti che si tratti di una tragica coincidenza. Solo in dodici conoscono la verità. Dodici prescelti che hanno atteso questo giorno per diecimila anni. Mentre l’umanità era ignara della minaccia che gravava sulla Terra, loro si preparavano alla sfida. Generazione dopo generazione, hanno affinato le proprie capacità fisiche e intellettive, diventando raffinati strateghi e assassini infallibili, maestri dell'inganno e acuti osservatori. E adesso devono mettere in pratica ciò che hanno imparato: quelle catastrofi infatti sono il segnale che dà inizio alla caccia. Per ognuno di loro, è arrivato il momento di partire alla ricerca della Chiave, l'unico oggetto in grado di fermare l'apocalisse. Chi la troverà per primo, avrà salva la vita. Gli altri saranno condannati.
Perché questo è Endgame. Un gioco letale in cui non ci sono regole. Un gioco in cui sopravvive solo il più abile. Un gioco da cui dipende il destino di tutti noi. Endgame è reale.
Endgame è ovunque.
Endgame è iniziato.
_____________________________________________
Endgame è un gioco a cui possono partecipare solo i 12 prescelti, 12 uomini e donne discendenti dalle stirpi più antiche di tutti i tempi, 12 giocatori e un solo vincitore. Chi resterà vivo alla fine, chi avrà recuperato le 3 Chiavi sarà il nuovo dominatore del mondo. Non ci sono altre regole.
Moriranno milioni di persone a causa di questo gioco, l’intera Terra è a rischio, la fine dei giorni come li conosciamo sta arrivando per ricominciare tutto da capo con una nuova e degna stirpe per il nuovo inizio.


«Voi siete i dodici. Tutti destinati a morire, tranne uno. Quello che vincerà.» kepler 22b alza lo sguardo dall’ologramma e li osserva attentamente. «Come in tutti i giochi, la prima mossa è di vitale importanza.» kepler 22b torna a guardare l’ologramma. «Per vincere dovete impadronirvi di tre chiavi, e le tre chiavi devono essere trovate nell’ordine giusto. Chiave della Terra. Chiave del Cielo. Chiave del Sole. Tutte le chiavi sono nascoste qui, su questo pianeta.»[…]«Endgame è l’enigma della vita, la ragione della morte. Racchiude l’origine di tutte le cose e la soluzione alla fine di tutte le cose. Trovate le chiavi, nell’ordine prescritto. Portatemele e vincerete. Quando me ne andrò, ciascuno di voi riceverà un indizio. E Endgame inizierà. Le regole di Endgame sono semplici. Trovate le chiavi nel giusto ordine e portatemele. Oltre a questa, non ci sono regole.»

Spiegare la trama di questo libro è praticamente impossibile. La storia viene narrata dai diversi PoV dei 12 giocatori, all’inizio ci vengono presentati tutti, con nome cognome, stirpe di appartenenza e numero di discendente. C’è un momento dove li troveremo tutti insieme, dove l’essere Kepler 22b li riunirà per spiegargli le regole e per dare il via al Gioco. 
Durante la Chiamata a tutti verrà dato un indizio diverso, codici, immagini, parole… indizio che ognuno di loro ddovrà risolvere per trovare la prima Chiave, quella della Terra. Solo allora la prima fase terminerà. 
Endgame è un gioco spietato, ci saranno morti, scorrerà sangue. 
Ognuno deve giocare per se stesso perché il vincitore è solo uno. 
Eppure vedremo nascere delle alleanze, più o meno involontariamente. 
I giocatori si incontreranno e scontreranno tra loro, si aiuteranno e si inganneranno. Ma questo è il gioco. È da generazioni che tutti solo si preparano a questo evento. Ed è ora.

Ho amato questo libro. L’idea del gioco, con 12 giocatori, può forse vagamente ricordare Hunger Games, ma vi assicuro che non ha nulla a che fare con quella storia. Qui il gioco è crudele, è spietato, è cruento. Non solo i giocatori rischiano la vita, ma il mondo intero è a rischio. Ho amato il fatto che il campo di gioco sia la Terra intera, è una cosa particolare e un tantino spaventosa. Sembra una specie di caccia al tesoro su larga scala, con meno regole, dove tutto è concesso. Questo libro ti porta negli angoli più impensabili della Terra, dove antiche costruzioni dei nostri antenati nascondono ben più che la semplice storia di quel popolo. I giocatori partiranno dalla Cina, passeranno in Italia, in Etiopia, in Inghilterra. Praticamente ho girato tutto il mondo!

E poi ho amato i personaggi. Primi tra tutti Jago e Sarah, ma anche Chiyoko e An.,mentre ho avuto i brividi con altri come Maccabee e Baitsakhan. Sono tutti personaggi forti, intelligenti, spietati, preparati e allenati da anni e anni per questo momento. Tutti hanno certezze e sicurezze che però non sempre si riveleranno sufficienti per arrivare alla fine del gioco. Sono allenati a tutto, non si fanno troppi problemi a uccidere (chi più chi meno), ma una votla in gioco dovranno fare i conti con qualcosa che forse non era previsto nell'allenamento: le emozioni. I 12 sono giocatori, assassini e bugiardi, credenti e profani, intelligenti e tecnologi ma a volte ingenui, alcuni di loro non sanno come relazionarsi con le emozioni che nascono tra di loro, e questo li porterà alla rovina. 
È un libro pieno di azione, con tante scene crude che a volte mettono i brividi, ma non mancano l’amicizia e l’amore. Lo stile è immediato, semplice, rapido. I capitoli sono brevi, e descrivono il necessario senza dilungarsi mai sulle cose superflue.

Ho letto questo libro con calma, ma ero sempre incuriosita da quello che sarebbe successo dopo, da quello che avrebbe fatto il tal giocatore o l’altro, da chi sarebbe arrivato prima alla Chiave, chi sarebbe morto stavolta dallo scontro con gli altri giocatori.

Insomma, è un libro non facile, è un distopico con tratti di fantascienza, sembra assurdo a tratti, tanto assurdo da poter essere vero. È un libro poco conosciuto secondo me perché è un genere di distopico che non va di moda, non ci sono eroine e storie d’amore idilliache, qui ci sono sangue e violenza, catastrofi e assassini. 
Per me però è stato un libro essenziale per la mia collezione di distopici, e ora non vedo l’ora di continuare la serie (che per fortuna è terminata in italiano), anche perché se è vero che il finale chiude una prima fase di gioco, sono davvero curiosa di conoscere il destino dei giocatori ancora in gara. 



10 commenti:

  1. Ciao! Non credo che questo romanzo sia il mio genere, ma mi sembra scritto ed impostato molto bene :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco perfettamente che non sia un libro adatto a tutti, sono la prima io a dirlo! Però è esattamente il mio genere e continuerò la serie al più presto! :)

      Elimina
  2. In effetti ricorda vagamente hunger games! Comunque quando è uscito mi ha incuriosito parecchio, però ne ho perso le traccie con il tempo, anche perché non ne ho sentito parlare molto. Ci farò sicuramente un pensierino, primo o poi *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso garantirti che con HG ha in comune solo il numero 12 (che poi qua sono 12 giocatori in tutto, là erano comunque 24), questo è molto più violento e particolare rispetto ad HG! Anche io ho notato che ne parlano poco in giro ma considerando che la serie è conclusa anche in Italia è davvero un peccato... fammi sapere se lo leggi! :)

      Elimina
  3. ciao Letture Sale e pepe ti ha nominato per il Blogger Recognition Award
    http://www.letturesalepepe.com/blogger-recognition-award-siamo-state-nominate/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie per la nomina ^_^
      Passo a leggere al più presto!

      Elimina
  4. Oh wow, me l'hai presentato benissimo! *-*
    Specialmente con "sangue e violenza, catastrofi e assassini" - adoro! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Io e te ci capiamo, so usare le parole giuste per conquistarti xD
      Penso di proseguire al più presto con i seguiti, se ti capita di leggerlo aggiornami assolutamente *_*

      Elimina
  5. Beh ho amato Hunger Games, anche fosse la sua copia sputata probabilmente mi piacerebbe xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è molto diverso da HG, ma molto! E' decisamente più sci-fi che distopico XD
      Però è bello u_u

      Elimina