lunedì 27 novembre 2017

REVIEW TOUR - BALLA CON ME - Heidi Cullinan



Oggi è lunedì, il primo giorno dopo il week end è sempre il più impegnativo e pesante, ora che il Natale si avvicina poi, tutti sembrano impazzire e le ferie seppur a portata di mano sembrano lontanissime.

Per rallegrare questo inizio settimana vi parlo di libri ovviamente, in particolare oggi vi racconto Balla con me di Heidi Cullinan. Conosco l’autrice perché ho in lettura da mesi un altro suo libro, Antisocial, e quando ho saputo che pubblicava in italiano questo suo lavoro dalla cover davvero bellissima non ho saputo resistere e ho accettato di partecipare al Review Tour che parte oggi!  

_____________________________________________

Titolo:  Balla con me (Dancing #1)
Autore: Heidi Cullinan (traduttore Martina Nealli)
Editore: Self-publishing
Pagine: 269
Trama: Arriva un momento nella vita in cui serve un compagno.
Ed Maurer si è più o meno rimesso in piedi dopo la ferita al collo che l’ha relegato in panchina, mandando a gambe all’aria la sua carriera di giocatore di football semiprofessionista. Ora lavora in un ufficio che gli succhia l’anima, ma nel tempo libero svolge del volontariato in un centro comunitario locale. L’unico neo è l’istruttore di aerobica, Laurie Parker, che sembra deciso a mettergli i bastoni fra le ruote.
Laurie un tempo era uno dei ballerini più famosi del mondo, ma ora fa il volontario al Centro Halcyon per sfuggire alle macchinazioni di sua madre. Sarebbe la perfetta di via fuga, non fosse per le ingerenze e le frecciatine di un certo giocatore di football.
Quando Laurie, per un capriccio, chiede a Ed di assisterlo al corso di ballo, le opinioni che i due uomini hanno uno dell’altro vengono radicalmente stravolte. Ballare insieme li trasforma in amici, poi amanti, e infine mostra loro come guarire dal dolore del passato. Perché a ogni giravolta sulla pista, Ed e Laurie si rendono conto che l’unico modo per sfuggire ai propri demoni è continuare a ballare… insieme.
_____________________________________________
Laurie e Ed si conoscono nel centro dove entrambi lavorano come volontari, Laurie insegna aerobica mentre Ed tiene lezioni di pesi, due discipline agli antipodi esattamente come i loro insegnanti. Il loro è un rapporto fatto di più o meno velati insulti e prese in giro, Laurie proprio non sopporta quel bruto di Ed e i suoi giochetti.

Ma quando Ed accetta di diventare suo assistente ad un corso di ballo per sdebitarsi di un favore, Laurie non può che esserne stupito. Mai si sarebbe aspettato un sì a una richiesta simile da Ed, e mai si sarebbe aspettato un tale successo nel ballare. Perché da quel primo loro ballo insieme entrambi capiscono che forse hanno valutato male l’altro. Entrambi percepiscono una chimica che li lega, il ballo in sé sembra essere un collante. Il ballo li avvicina e li aiuta a superare i dissapori iniziali, li fa rendere conto che la prima impressione non sempre è quella corretta, al di là delle differenze sociali, culturali e fisiche sono davvero estremamente compatibili.

Entrambi i protagonisti, per motivi assai diversi, si sono visti sgretolare davanti agli occhi il sogno della vita. Entrambi hanno perso molto, la speranza e la fiducia in loro stessi e nel futuro. 


Sia Laurie che Ed sono spezzati, sono uomini che tirano avanti in qualche modo, con un pesante fardello alle spalle che forse nemmeno loro si rendono conto di quanto grande sia. Ma nel momento in cui si mettono a ballare insieme, quando riescono a superare i reciproci pregiudizi, sentono di aver trovato un motivo per andare avanti. Si salvano a vicenda, il ballo li salva, ma è un percorso che devono compiere insieme. 
Anche se non ne capisco troppo di ballo ho amato particolarmente questa idea di unione nata da una passione comune e ho apprezzato tanto anche il fatto che, nonostante il ballo sia sempre presente come tema, non sia mai noioso o pesante leggerne le scene relative.

Ho amato Laurie, fragile e delicato, descritto come effeminato e aggraziato ma al contempo virile e forte. Laurie ci viene presentato anche emotivamente fragile, incapace di ballare come faceva un tempo davanti a milioni di persone, eppure con Ed al suo fianco riuscirà a tornare quello di prima se non addirittura ad essere migliore. 


Ed invece appare come una roccia fisicamente, non fosse altro per quel collo infortunato e quasi spezzato in una partita che lo fa impazzire. Ed si rivelerà molto più fragile di quello che sembra, ma con Laurie a sostenerlo tutto sembrerà possibile. 

Ho apprezzato tanto l’idea di fondo del ballo come terapia per questi due protagonisti che mi intrigavano parecchio, e all’inizio ammetto di aver amato tantissimo la storia. 

Ma da un certo punto in poi, nemmeno io saprei dirvi quando, ho iniziato a pensare che il tutto stava diventando un po’ troppo pesante e a tratti un po’ troppo romance per me.  Ora, farvi capire questa sensazione senza fare spoiler è davvero dura, ma ho come avuto l’impressione che ci fossero condensati troppi problemi per un libro solo. E io che di solito i romance non li amo mi sono ritrovata invischiata in alcune scene un tantino sdolcinate per i miei standard che mi hanno fatto storcere un pochino il naso.

Forse sono io che avevo aspettative troppo alte, forse sono io che sono poco romantica e certe cose le trovo eccessive. Fatto sta che questo libro su cui puntavo tanto mi ha lasciata un po’ delusa. 
È decisamente una bella storia e merita sicuramente una possibilità anche perché si legge davvero in fretta, ma personalmente mi aspettavo qualcosa di più.




Questo però è un Review Tour e non c’è solo la mia recensione da leggere, qua sotto trovate il calendario con le altre tappe. 


ESTRATTO

Laurence Parker era un pezzo grosso della danza, con la famiglia ricca che viveva a Medina e un passato a Broadway. Incarnava tutto quello che Ed detestava in un uomo: ricco, villetta nei sobborghi, esempio vivente degli stereotipi sui gay. Ed aveva combattuto tutta la vita contro le stronzate alla “i gay sono effeminati”, e ne aveva fin sopra i capelli. Gay poteva voler dire anche giocatore di football semiprofessionistico. Che ascoltava Britney, d’accordo, ma non era l’unico nella squadra. Sul serio, Ed era un uomo virile che accidentalmente era anche gay. Laurie no. Laurie era estremamente femminile sia nell’aspetto che nei gesti. Era ballerino e istruttore di aerobica. Non voleva mai sporcarsi le mani. Era distinto e aggraziato. Ascoltava Barbra Streisand.



CALENDARIO REVIEW TOUR

27 Novembre L'Ennesimo Book Blog - Piume di Carta - DevilishlyStylish
28 Novembre NewBookink - Feel The Book
29 Novembre Tre libri sopra il cielo - Letture Sale&Pepe
30 Novembre The Ink Spell - M/M e Dintorni, l'altro lato del romance
01 Dicembre Rachel Sandman Author - Le Fiamme di Pompei - Emozioni fra le pagine



ATTENZIONE! Per chi avesse comprato il libro prima del 23/11 si ritroverà con un file non corretto, l'autrice ha chiesto di comunicare questo:


Heidi vuol fare sapere a tutti voi che c'è stato un piccolissimo errore di caricamento del file originale, ma ora è tutto risolto, e se volete ri-scaricare il file dallo store dove l'avete acquistato, il problema è stato risolto.

2 commenti:

  1. Grazie per aver partecipato cara ^^
    Bellissima tappa *_____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermi inclusa in questa iniziativa! <3

      Elimina