mercoledì 20 settembre 2017

UNA FIAMMA NELLA NOTTE - Sabaa Tahir

Avete presente quando non aspettate altro che leggere il seguito di un libro che avete amato alla follia? Tanto da prenderlo nonostante l’edizione differente (cosa che mi fa accapponare la pelle vedendolo vicino al primo)? Ecco io attendevo con ansia Una fiamma nella notte. Non voglio fare polemiche sul formato del libro, sono una di quelle persone che odia avere edizioni differenti della stessa serie ma per amore del libro e della serie stessa l’ho preso. Avevo grandissime aspettative su questo seguito e mi dispiace ammettere che in parte non sono state rispettate. 
Forse ero io che mi aspettavo troppo, forse sono io che sono molto noiosa, fatto sta che finito questo libro non ero così contenta come speravo. Questo non vuol dire che non mi sia piaciuto, anzi l’ho trovato molto interessante, ma per me non all'altezza del primo. Qui la recensione di Il dominio del fuoco, libro letto all’inizio dell’anno che apre questa promettente serie fantasy.

_____________________________________________

Titolo:  Una fiamma nella notte (An ember in the ashes #2)
Autore: Sabaa Tahir
Editore: Casa Editrice Nord
Pagine: 431
Trama: In un mondo dominato dalla paura e dalla tirannia, due ragazzi sono pronti a sacrificare ogni cosa in nome della libertà... Servire l'impero. Quello era il destino di Elias, il risultato di anni di addestramento fisico e psicologico. Ma tutto è cambiato quando, assecondando il proprio istinto, lui si è rifiutato di giustiziare Laia, una schiava colpevole soltanto di sognare un mondo migliore. È stato allora che Elias ha aperto gli occhi e ha capito di non voler essere complice di un regime oppressivo e autoritario. E, ora, è lui il condannato a morte. Tuttavia in suo aiuto accorre Laia, che gli propone un patto: lei lo farà scappare se, in cambio, lui la guiderà fino a Kauf, la famigerata prigione in cui sono reclusi i traditori, e l'aiuterà a organizzare l'evasione di suo fratello Darin. Elias accetta e, ben presto, i due si ritrovano a marciare attraverso una terra selvaggia e irta di pericoli, costantemente braccati dall'esercito imperiale. Ed Elias scoprirà troppo tardi che tra i soldati che danno loro la caccia c'è anche Helene, la sua compagna d'armi all'accademia, la sua amica più fidata. L'unica che è sempre stata in grado di prevedere ogni sua mossa. E adesso Helene ha un solo, straziante obiettivo: ucciderlo...
_____________________________________________
La narrazione riprende esattamente dove si era interrotta nel primo capitolo, Laia ed Elias stanno scappando da Rupenera con l’impossibile obiettivo di andare a salvare Darin, fratello di Laia, rinchiuso nella prigione di Kauf. 

Ma questo significa attraversare territori pericolosi, senza farsi scoprire, senza lasciare traccia e soprattutto riuscire ad intrufolarsi in una delle prigioni più impenetrabili di tutto l’Impero e uscirne vivi con un prigioniero. 

Senza considerare il fatto che ora loro due sono i più ricercati di tutto l’Impero, e al comando delle ricerche c’è Helene, l’amica fidata di Elias, l’unica che lo conosce veramente, e l'Averla Sanguinaria ha ordini ben precisi dal suo Imperatore: uccidere Elias Veturius. 

In pratica la loro è un’impresa impossibile. Eppure Laia ed Elias devono fare il tentativo, è l'unica speranza che hanno per salvare tutti i popoli dal terribile Imperatore Marcus...
Tutto ciò che è accaduto finora è il risultato di una grande forza di volontà oppure di pura e semplice fortuna. Non so come arrivare sana e salva a Nord, se non affidandomi alla guida di Elias. Non ho la minima idea di come entrare a Kauf, se non sperando che lui sappia cosa fare. Ho soltanto una vocina dentro di me che mi dice di salvare mio fratello, e la promessa di Elias di aiutarmi. Il resto non è che desiderio e speranza, quanto di più fragile esista al mondo.

Non so bene da dove partire a commentare questo libro, perché è una di quelle storie in cui accadono davvero un milione di cose, alcune delle quali totalmente inaspettate -altre un po' meno-, e più si fa avanti più diventa avvincente. Non c’è (quasi) mai un momento di calma, e si sviluppano in pratica diverse sotto trame, Sabaa è riuscita a complicare davvero tanto le cose… 

Come sempre amo tantissimo il world-building che Sabaa ha creato; c’è la parte di Impero, quella dei Marziali che attualmente detengono ed esercitano il potere in modo brutale e che è a sua volta diviso da intrighi e conflitti interni più o meno visibili. C’è la parte dei Dotti resi schiavi e perseguitati dai Marziali per i quali Laia e i Ribelli stanno combattendo e poi ci sono tutti gli altri popoli tribali che per ora sembrano essere liberi dal predominio dell'Impero. Infine ci sono le Altre Creature, come ginn, ifrit e ghoul, con il temibile Signore della Notte che sembra tirare le fila di tutto. 

È un intreccio di trame che davvero ho apprezzato, sono storie divise e diverse eppure intrinsecamente collegate tra di loro, come una ragnatela. 
Detto così sembra di essere in un caos di eventi, cosa che in parte è vera, ma alla fine del libro si riesce a capire tutto e si apre l'orizzonte a nuovi sviluppi davvero difficili da prevedere. Trovo però che ci siano quasi troppi elementi che complicano le cose, e se da una parte ne sono affascinata dall’altra ho paura che non riescano ad essere sviluppate adeguatamente in futuro.

Se nel primo libro la base era distopica qui la distopia sparisce, il racconto prende una piega decisamente fantasy. Io che non amo particolarmente il fantasy classico ho faticato un attimino a proseguire soprattutto nella parte centrale dove, come nei più classici fantasy, c’è un viaggio (non ho nulla contro i viaggi ma a me sembra che per diversi capitoli girino un po’ a vuoto senza senso e senza utilità finale). Ma questi sono gusti, sono cose che personalmente non ho apprezzato troppo ma non per questo non ho amato il libro, anzi vale decisamente la pena leggerlo soprattutto chi ha amato il primo volume (e se non avete letto nemmeno quello rimediate!!).

Di questa serie oltre all'ambientazione amo i personaggi, anche se qui mi è capitato di insultarli spesso perché non fanno quello che voglio io e certe volte fanno cose stupide stupide, trovo che siano ben fatti; siano essi umani o mostri li ho trovati ben caratterizzati, alcuni di loro compiono un'evoluzione e un percorso che non mi aspettavo e che ho trovato interessante, senza contare i nuovi personaggi che mi hanno sorpresa (qualcuno di quelli già noti però mi ha un po' delusa...).
In particolare c’è un personaggio che non pensavo fosse così importante, praticamente è quello da cui il romanzo prende il titolo, non avevo proprio immaginato il suo ruolo ed invece credo che in futuro sarà fondamentale.
La maggior parte delle persone non è altro che una massa di luci fioche nella grande oscurità del tempo. Ma tu  non sei una scintilla che brucia in pochi istanti. Tu sei una fiamma nella notte, devi solo avere il coraggio di lasciarti bruciare.

Nei capitoli finali il ritmo diventa ancora più serrato che all'inizio, succedono tantissime cose e ci sono rivelazioni che complicano il tutto, sinceramente qualcosa sono riuscita ad azzeccare mentre qualcos’altro mi ha sorpresa (e anche quello che ho indovinato mi ha resa gongolante per averci visto giusto).

Il mio voto risente un po' del fatto che mi aspettavo qualcosa di diverso, qualcosa di più, per me non è bello come il Dominio del fuoco ma è assolutamente un bel libro, Sabaa è riuscita a creare una trama piena di intrecci che promettono molto bene per i seguiti e spero riuscirà a sgarbugliare il tutto anche se ho un po' paura perchè ha davvero voluto complicare le cose.
Al momento non ho la smania di leggere il terzo, spero arrivi in Italia prima o poi perchè ora come ora non me la sentirei proprio di leggerlo in lingua, ma in futuro chissà.
Come sempre questo è un parere mio personale influenzato molto dai gusti, per cui sono curiosa di sapere cosa ne pensate voi e se non conoscete la serie andate a rimediare subito!

6 commenti:

  1. Devo ancora leggere il primo e direi che sembra proprio essere arrivato il momento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie secondo me merita davvero tanto, non puoi fare a meno di amare un pochino Elias <3
      Fammi sapere! ;)

      Elimina
  2. Non la leggo perché devo ancora scrivere la mia, ma tanto lo sai come la penso... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, so come la pensi tu, così come sai come la penso io senza leggere la recensione XD
      Ma ho deciso che il terzo lo leggiamo insieme dai (se arriva in Italia).

      Elimina
  3. Non vedo l'ora di leggerlo, perché il primo mi era davvero piaciuto tantissimo e le tue parole mi fanno ben sperare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo io l'ho AMATO ALLA FOLLIA. Questo non è così bello come il precedente però devi leggerlo assolutamente!!

      Elimina