lunedì 10 luglio 2017

IL LADRO SENZA VOLTO (Ovvero la concatenazione di eventi che portò all'arresto di un pinguino) - Suellen Regys

Come sapete io non leggo praticamente mai su richiesta e praticamente mai libri auto-pubblicati. Ma quando l’autrice mi ha chiesto se ero interessata a leggere il suo libro “giallo umoristico con una vena romance” dall’imprevedibile titolo “Il ladro senza volto (ovvero la concatenazione di eventi che portò all’arresto di un pinguino” non ho saputo resistere alle premesse date dal titolo e dalla presentazione del genere!
E devo dire che ho davvero apprezzato questo giallo che fa ridere, che ha all’interno una parte di romance più o meno accentuata e che addirittura rimanda al fantasy… insomma non saprei come catalogarlo e non lo farò, non importa il genere di appartenenza perché la storia è davvero interessante.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Titolo:  Il ladro senza volto: (Ovvero la concatenazione di eventi che portò all'arresto di un pinguino)
Autore: Suellen Regys
Editore: Self-publishing
Pagine: 210
Trama: La vita del detective Dorsen cambia il giorno in cui trova, nella sua insalata, l’annuncio di un furto imminente. Scritto dal ladro in persona.
Chi è il misterioso criminale? Per quale motivo ha contattato la polizia? Ma soprattutto, perché tra i sospettati ci sono un ornitorinco e un pinguino?





- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

La vita di Doreen Dorsen cambia il giorno in cui trova nell'insalata l’annuncio di un furto, un avviso direttamente inviato dal ladro a lei. Sembra uno scherzo eppure non lo è, il furto avviene. Inizia così un’esilarante rapporto con questo ladro senza volto che avvisa lei e solo lei dei suoi futuri furti e tutte le volte sulla scena del crimine Doreen vede un animale, che sia un ornitorinco, un leone o un pinguino (col pinguino poi c’è anche uno scontro diretto).
Sta per caso impazzendo? Chi è questo ladro senza volto? E soprattutto perché ce l’ha con lei?
Doreen abbassò il capo, come sconfitta da quelle parole. Non era colpa sua se un tizio aveva sfidato il corpo di polizia usando un bigliettino ficcato nella sua insalata, così come non aveva responsabilità per il fatto che il suddetto tizio fosse scomparso nel nulla facendo comparire al suo posto un dannato leone. Il quale era poi sparito a sua volta.

Sin dall’inizio questa storia ha del surreale, l’avviso di un furto lasciato nell’insalata? E più si va avanti più la sensazione di essere fuori dalla realtà aumenta ma nel contempo è impossibile non essere trascinati in questa strampalata storia dove a compiere i furti sembrano essere animali che però solo il detective Dorsen riesce a vedere finendo inesorabilmente per sembrare la pazza che straparla di cose impossibili. La parte di mistery ha davvero una svolta molto fantasiosa che ti catapulta in un nuovo scenario che all’inizio non prendi nemmeno in considerazione.

Mi sono divertita tanto a leggerlo, per tutto il tempo ho sorriso alle frecciatine irreverenti lanciate dal ladro a Doreen questo loro rapporto inusuale è molto interessante e pretendo prevedo spunti interessantissimi per il futuro.
Certo i presupposti non sono quelli tipici da giallo perchè è un libro che va iniziato con mente aperta sui generi non appartenendo a uno in particolare, ma una volta arrivati alla fine e scoperto la parte fantasy rispunterà fuori di nuovo il mistery. Insomma è come una matriosca di generi, più si va avanti e più si scopre che al suo interno c’è un altro genere e un'altra storia.

Il finale è qualcosa che ti soddisfa solo fino a un certo punto, perché ci svela qualcosa ma allo stesso tempo si ampia la prospettiva su un’altra indagine che ovviamente proseguirà nel secondo libro (che per fortuna è già in fase di produzione mi sono accertata della cosa).

I personaggi sono decisamente atipici, per una volta c’è una detective che non è perfetta, non è affascinante e non è particolarmente affermata anzi è piuttosto buffa e impacciata e non troppo apprezzata dai colleghi ma che sotto sotto l'istinto del detective ce l'ha. E poi c’è un ladro che è piuttosto affascinante e misterioso, non si toglie mai il passamontagna per cui non ne conosciamo l’identità ma sembra aver preso di mira Doreen (non si sa bene per quale motivo) con lei è presuntuoso, arrogante e vanitoso e la prende sempre in giro portandola direttamente a sembrare folle!


Era finita in cose più grandi di lei, che non conosceva e non capiva. O meglio: ce l'aveva tirata per i capelli lui, prima mandandole quei biglietti, poi facendo di tutto e di più per farla passare per pazza.

Il loro rapporto è un continuo punzecchiarsi a vicenda, c’è sempre una sorta di tensione tra di loro, una volta conosciuti non possono fare a meno di cercarsi e inaspettatamente rispettarsi.


È un libro decisamente interessante che consiglio a chi vuole leggere una storia che sappia sorprendere senza essere pesante, vi divertirete tanto a leggerlo, e poi non potrete non fare il tifo per questa improbabile coppia che gioca a guardia e ladro (se invece cercate una classica storia mistery seriosa non leggetelo perché non lo capireste).

Con questo libro inoltre ho spuntato uno degli obiettivi della Challenge Estiva che ho in corso, cioè LEGGERE UN LIBRO SELF.

2 commenti:

  1. Ciao! Questo libro sembra super interessante, sono apertissima a generi particolari e i gialli comici sono perfetti per l'estate XD
    Inoltre bellissima recensione!
    A presto!
    -G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio un libro carino, si legge alla svelta e lo trovo perfetto per l'estate! Unica pecca... voglio il seguito!!! XD

      Elimina