lunedì 5 giugno 2017

ILLUMINAE - A.Kaufman - J. Kristoff

Ho terminato questo libro da diversi giorni, ma ci ho messo un po’ prima di essere soddisfatta di quello che avrei detto a riguardo. È un libro particolare, unico nel suo genere che ho amato tantissimo, e arrivata alla fine riuscire a parlarne è davvero dura.
Innanzi tutto devo ringraziare quella santa donna (anche se diabolica) che me lo ha regalato, credo che sia il regalo più bello mai ricevuto in fatto di libri.
Dovete poi sapere che io amo particolarmente lo spazio e la fisica (tanto da leggere dei libri di S. Hawking), sin da bambina ho iniziato ad ammirare le stelle, mi ha sempre affascinata il cielo; crescendo ovviamente ho sempre cercato di leggere e guardare serie tv, film e anime che ne parlassero. Sono un’amante di Doctor Who, Star Wars e Aldonoah Zero e grazie alle scene viste nei vari episodi sono riuscita figurarmi davvero bene tutto il libro, non dico che chi non conosce ciò che ho citato sia nei guai, ma grazie alla mia conoscenza di quelle serie ho apprezzato al 100% ogni singola parola e numero di questo libro.
Vi avverto, nel caso non si capisse già dall'introduzione, che sarà un post lungo e delirante.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Titolo:  Illuminae (Illuminae files_01)
Autori: Amie Kaufman – Jay Kristoff
Editore: Mondadori (Chrysalide)
Pagine: 599
Trama: Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso.

Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto delle BeiTech, una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga.

Alcuni giorni dopo, però, un mortale virus mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe proteggerli, pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a informazioni strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.

Attraverso un corposo dossier riservato composto da resoconti militari, trascrizioni di interrogatori, rapporti medici, intercettazioni, email e tanto altro, Illuminae ci parla, documento dopo documento, del prezzo della verità, di vite spezzate e del grande coraggio di eroi di tutti i giorni.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Credo che oramai sia risaputo un po’ da chiunque che la particolarità di questo libro è il come sono narrati i fatti; non c’è una prosa che descrive lo svolgersi della storia, ci sono tanti files (mail, chat, riassunti dei filmati di sorveglianza, trascrizione di file audio ecc) vari che vanno studiati e collegati tra di loro per ricostruire i fatti, a partire dall’attacco di Karenza. 
Questo è il primo motivo per cui ho amato il libro ancora prima di leggerlo, è bellissimo da vedere, e una volta iniziata la lettura di questi files non sono più riuscita a fermarmi, è come se fossi tu a rivivere i fatti ricostruendoli ed è una cosa che ho adorato. Non è paragonabile a nessun libro letto finora e credo che arrivare ad eguagliarlo sarà impossibile.


E ora passiamo ai fatti. La storia inizia il giorno dell’attacco di Karenza, una piccola colonia mineraria fatta di ghiaccio ai confini della galassia, proprio lo stesso giorno in cui Kady ha deciso di lasciare il suo ragazzo Ezra, di non volerlo vedere mai più. Ma, caso vuole, è proprio con lui che dovrà scappare da questo attacco. Per fortuna riusciranno a fuggire indenni, seppure finendo su due navi diverse, anche se la loro fuga è solo all’inizio. Il nemico li insegue ancora, l’AI (artificial intelligence) AIDAN che dovrebbe proteggerli e guidarli sembra impazzito e come se non bastasse tutto ciò un misterioso virus mutante si sta diffondendo a macchia d’olio e non tutte le informazioni vengono condivise da chi è al comando. L’unica che può riuscire a capire cosa sta accadendo è appunto Kady, che con le sue abilità informatiche riesce ad accedere a dati strettamente riservati, e forse solo lei può riuscire a salvarli tutti….

Kady è sicuramente l’indiscussa eroina del libro. Lei è una ragazza forte, indipendente e molto sicura di sé, è bravissima coi computer ed è un’ottimo hacker. Ma si trova anche senza nessuno al suo fianco a dover reagire e prendere decisioni importanti, una diciassettenne contro intere flotte, sola e spaventata, con l’unica persona che vorrebbe accanto sull’altra nave, irraggiungibile.

Ezra è il ragazzo abbandonato, che soffre terribilmente per aver perso Kady, quel ragazzo spiritoso e innamorato che non vuole perdere la sua AstroPrincipessa; lui a differenza di Kady non capisce nulla di numeri, ma sa combattere. 
Entrambi sono personaggi coraggiosi, pronti a sacrificarsi, pronti a combattere fino alla fine, combattere per vincere, sopravvivere è la priorità, non essere contagiati fondamentale.




Ma uno dei personaggi che più ho amato è stato AIDAN, sempre che di personaggio si possa parlare essendo fatto di cavi, metallo e stringhe di 1 e 0. 
Un’AI che sembra esser rimasta danneggiata dopo lo scontro su Karenza, e che da allora sembra pazzo (o lo era anche prima?), è lui il nemico, o no? 
È un personaggio che non è come dovrebbe essere, conosce il sarcasmo e l’ironia, conosce i sentimenti (??) e la poesia, È MISERICORDIOSO (O NO?) eppure è solo un ammasso di elettricità e codici. È un paradosso. E mi ha fregata, mi ha presa in giro e io non posso tollerarlo, perchè non è facile raggirarmi. Per questo lo amo.

Per capire cosa è successo davvero, chi è il vero nemico c’è da leggere tutto con attenzione sin dall’inizio, prestare attenzione ai nomi e agli orari di ogni file, perché è come un grande puzzle che solo alla fine svela il disegno completo. 
L’ultima pagina si ricollega alla prima, in maniera perfetta ma con l’aggiunta di tutte le informazioni immagazzinate nel mezzo, ogni personaggio è importate, e la fine è solo l’inizio di qualcos’altro, perché ci sono quesiti e persone in sospeso che verranno riprese solo in Gemina.

Non è un libro per tutti; per quanto io abbia amato il tipo di narrazione ammetto che non è facile da leggere, bisogna avere dimestichezza con lo sci-fi, con le battaglie nello spazio e pure con un minimo di informatica. Banalmente è difficile capire anche solo le ambientazioni nello spazio e all’interno delle navi, perché non sono descritte. 

Io parto da una base solida di questo genere, immagino perfettamente bene come sono fatte le navi così come lo svolgersi dei combattimenti nello spazio o il diffondersi del virus mutante perchè ho visto tanti episodi con elementi simili in Doctor Who (si in quella serie c'è veramente di ogni ma non sono qui per parlare di LUI). Ma se non siete abituati a figurarvi certe scene è sicuramente più difficile da leggere e da apprezzare.


In questo libro ho davvero provato di tutto: gioia, rabbia, amore, sgomento, paura (alcune parti sono da brividi letteralmente), disperazione, ansia, trionfo. Sono stata presa in giro, sono stata a combattere con Kady ed Ezra, sono andata alla ricerca della verità con loro e sono scappata da quelle persone contagiate e pericolosissime e ne sono uscita più o meno illesa.

Un libro perfetto che però credo di non essere riuscita a descrivere adeguatamente. Se amate questo genere come me, uno sci-fi quasi tridimensionale, e se vi piace l’idea di ricostruire la storia tra le vostre mani questo è il libro che fa per voi. Allora capirete perché io non riesco a trovare altre parole per descriverlo. 
Se invece siete titubanti, se non vi convince il tipo di narrazione e il genere di fatti raccolti, allora lasciate perdere.

E ora PRETENDO il seguito. 

10 commenti:

  1. Risposte
    1. Si se vuoi leggerlo devi avere il cartaceo assolutamente!

      Elimina
  2. Recensione delirante ma assolutamente obbiettiva. Illuminae è un libro che deve essere preso tra le mani, perché non va solo letto, ma anche guardato e anche da diverse prospettive: mi riferisco alle raffigurazioni dell'Alexander e delle altre navi e delle poesie di Ezra e non (eh, so che sai a chi mi riferisco!). Illuminae più che un libro è un'esperienza che racchiude molte cose e l'immaginazione è una di queste. Hai citato Star Wars e Aldnoah (AH! NAO E SLAINE SONO COLPA MIA!), io ci ho messo dentro anche la mia profonda conoscenza di Star Trek, quindi il mio amore per Illuminae è immenso.E per AIDAN, anche. Ma solo chi ama questo genere ne resta tramortito. E noi, per fortuna, lo amiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sempre io e te ci capiamo benissimo, questo libro non è nemmeno paragonabile agli altri letti, è proprio una cosa diversa, un'esperienza che si allontana dalla lettura classica. E noi che amiamo questo genere anche nelle serie tv e negli anime siamo sicuramente avvantaggiate per l'immaginazione anche se raggiungiamo livelli di esalatazione pericolosi!

      Elimina
  3. Adoro vedere quest'entusiamo per un libro che - ma va? - è nella mia wishlist! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh ma che strano che le nostre wishlist coincidano eh??? XD
      Comunque l'entusiasmo ho dovuto pure trannerlo pensa te che effetto che mi ha fatto sto libro!

      Elimina
  4. Ecco la santa donna, diabolicamente in ritardoxD Sono felicissima che il libro ti sia piaciuto:)
    Le immagini del post sono bellissime ed evocative e anche la recensione è coinvolgente. Dita incrociate per Gemina a questo puntoxD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ancora, davvero <3
      Spero proprio che arrivi in Italia, se non sarà così andrò d'inglese! ;)

      Elimina
  5. Ciao. Ho sentito tanto parlare di questo libro ma a me ancora manca. Tutti pareri positivi, fino ad ora. Prima o poi dovrò leggerlo anche io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Diciamo che è un libro particolare, se ti piace come genere e come stile di narrazione di sicuro lo amerai!

      Elimina