lunedì 10 aprile 2017

LA CHIMERA DI PRAGA - Laini Taylor

Da diverso tempo avevo questo ebook sul kindle, non avevo mai letto nulla che parlasse di angeli e demoni, o meglio non seriamente, non così. Qualcuno mi ha detto che di tutti i libri che parlano di questi argomenti ho decisamente scelto il migliore; non potrei essere più d’accordo di così.
 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Titolo:  La chimera di Praga
Autore: Laini Taylor
Editore: Fazi Editore
Pagine: 394
Trama: Karou ha diciassette anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un’intrigante filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale.
Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l’esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz’anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell’aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell’immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua “famiglia”, Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -


Karou è la protagonista principale di questo romanzo, è lei che conosciamo per prima, in una Praga gotica e cupa, eppure così affascinante dove lei vive e studia. Ci viene descritta una città oscura e pericolosa, ma magnifica, impossibile non innamorarsi di questa città, che sembra magica, e che forse nasconde qualcosa. 
Karou di certo sa che la magia esiste, che il demone Sulphurus non è solo un disegno fantastico sul suo album, è reale, e lei fa il corriere per la merce di cui si occupa: denti
Karou non sa cosa lui ne faccia, e nonostante le sue numerose domande nessuno le ha mai risposto a riguardo, ma Sulphurus e le altre chimere che stanno nel negozio dove lei è cresciuta sono la cosa più simile a una famiglia che possiede per cui lei si limita a viaggiare attraverso portali che la portano da una città all'altra nel mondo per recuperare denti in cambio di desideri, senza mai insistere troppo nelle sue domande, ma chiedendosi costantemente chi sia.


Karou è una ragazza particolare, ha tatuaggi che non comprende del tutto, e setosi capelli blu che risaltano i suoi occhi scuri e la sua pelle chiara, inconfondibile per le strade di Praga; a causa sua strana famiglia ha sempre avuto problemi a relazionarsi con gli altri anche se qui finalmente troverà una vera amica che riuscirà a comprenderla: Zuzana. Ma potrà mai credere alle sue storie? Potrà mai essere accettata per quello che è? E soprattutto chi è lei? Questa è una delle tante domande che rendono Karou curiosa e la fanno sentire incompleta, nella sua vita sembra mancarle qualcosa, chi è lei? Perchè è stata cresciuta da chimere? C'è sempre qualcosa che non riesce a cogliere, quel qualcosa che la fa sentire a disagio in questo mondo.


La sua vita era questo: magia, vergogna, segreti, denti e un profondo, lancinante vuoto al centro del suo essere, dove, con assoluta certezza, mancava qualcosa.


La normale routine di Karou viene però rovinata da un evento particolare, sui portali che utilizza per i suoi viaggi compaiono inspiegabili segni di bruciature; la situazione diventa sempre più pericolosa quando i portali scompaiono e delle sue amate chimere non c'è più traccia. 
Lei non può fare a meno di aiutare la sua famiglia, per questo deve trovare un modo per andare nell'Altrove, quell'altro mondo dove abitano tutti i demoni, scontrandosi così con il nemico che si rivelerà essere un bellissimo e terrificante angelo di nome Akiva che non sembra essere molto misericordioso... A Karou non resta altro che sperare, dopotutto la speranza è quasi una magia…e può realizzare desideri, o no?

La speranza può essere una forza potentissima. Forse non c’è vera magia in essa, ma quando sai quello che speri di più in assoluto, e lo custodisci come una luce dentro di te, puoi far accadere le cose, quasi come una magia.


Questa storia mi ha affascinata, mi ha conquistata, mi sono persa in queste pagine. È una storia fantastica, che parla di un amore fortissimo ma straziante, un amore causato da quel destino che li ha fatti incontrare e poi li ha separati brutalmente. 
Ho provato dolore e sofferenza, ho avuto le farfalle nello stomaco con Karou, ho sentito i brividi nelle scene del mondo magico a cui appartengono angeli e chimere e ho sofferto alla fine.



È un libro dai toni cupi e oscuri, ma anche luminosi e infuocati; a tratti grottesco ma sempre con quel tocco magico che fa sognare. È un libro che parla della classica storia d’’amore proibita, tra due protagonisti appartenenti a popoli in guerra, angeli e chimere in questo caso, ma è talmente coinvolgente, è talmente romantica e straziante e giusta che non si può fare a meno di sperare insieme a loro, ed è proprio per questo questo mix di destino e fato, di speranza e magia che ho trovato il libro diverso da ogni altra cosa mai letta prima.

Ho amato Karou e i suoi capelli blu, mi è piaciuto tantissimo il suo rapporto con un improbabile ma assai paterno Sulphurus, e con gli altri membri della sua famiglia. E poi ho amato Akiva. Loro due sono semplici pedine in questa guerra che il fato ha in serbo per loro, oppure possono essere qualcosa di più? 

Mi è piaciuto tanto anche lo stile dell’autrice, riesce a descrivere benissimo un mondo assai diverso dal nostro e a farti a sentire a tuo agio sin da subito; la scena del ballo poi è fantastica, quasi macabra, ma non meno emozionante per questo. 
Riesce perfettamente a descrivere i sentimenti di Karou e di Akiva, per non parlare di Madrigal. Trasmette la speranza ed esprime benissimo la disperazione causata dall’ineluttabilità del destino.

Ho apprezzato tantissimo l’idea del viaggiare attraverso i portali, in questo modo l’ambientazione non è sempre Praga, ma ci sono anche posti esotici che danno un tocco particolare a questo fantasy atipico. 


Mi sono perdutamente innamorata di questo mondo decadente, di queste chimere viste come demoni eppure così umane, e di questi angeli talmente belli quanto freddi e crudeli

Devo assolutamente continuare la serie per scoprire cosa accadrà dopo.

6 commenti:

  1. Eh, cosa accadrà dopo? Niente di buono, fidati. Laini è parecchio sadica, ama far soffrire il lettore. Quando si parla di angeli e demoni si pensa ai soliti libri su angeli caduti e demoni pentiti. Il mondo di Karou è qualcosa di totalmente nuovo e non imitabile, pieno di sofferenza e magia. Ecco perché il libro affascina tanto. Ma c'è anche una parte divertente: Zuzana e Mik. Li amerai sempre di più. Ci vediamo nella Città di Sabbia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti sapere che io e la sofferenza siamo grandi compagne di avventure perciò non mi spaventa continuare! In questo primo capitolo Zuzana mi è piaciuta tanto ma non è stata troppo presente e spero di vederla di più! Davvero bello come libro però, l'ho adorato. Talmente tanto che non so ancora descrivere bene la sensazione, credo non riuscirò mai a trasmettere l'amore per questo libro.

      Elimina
  2. Bene bene, infine sei approdata anche a Praga, con la Taylor. Come sai, io devo riprendere tutto e portarlo, finalmente, a compimento. Ho un po' paura perchè girano voci cattivissime in giro (te, che sei sadica, sarai contenta:P). Lo scoprirò con calma, anche se ho l'impressione che lo scoprirai prima tu di mexD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io? Sadica?? Ti sbagli! Tu sei diabolica però! XD
      In ogni caso quando lo scoprirò io lo saprai anche tu perchè ovviamente te ne parlerò in modo più o meno spoileroso! :D

      Elimina
  3. Ciao! Non sai da quanto tempo ho intenzione di leggere questo libro, di cui ho sempre sentito parlare benissimo. Prima o poi lo farò perché mi ispira tantissimo, nonostante io non sia una grande amante di questo genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non pensavo mi sarebbe piaciuto tanto, sono abbastanza abituata ai fantasy un po' diversi dai classici (perchè i classici proprio non riesco!) ma questo mi ha proprio sorpresa! Bellissimo libro davvero, merita una possibilità! ;)

      Elimina