lunedì 19 dicembre 2016

SCRITTO NEL SANGUE - Andrea Alfonso

Buonsalve a tutti!!! Si avvicina Natale, e siccome siamo tutti più buoni ho deciso di leggere un libro che mi hanno consigliato recentemente. Ci sono poche persone che possono “costringermi” a leggere i libri, ma siccome di Kedi mi fido, ho comprato questo libro a occhi chiusi e poi l’ho iniziato! E devo dire che ancora una volta mi ha consigliato bene (anche perché un po’ mi conosce eh….)!

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 
Titolo: Scritto nel sangue
Autore: Andrea Alfonso
Editore: Self-publishing
Pagine: 297
Trama: Regni di Alek: Gholan, la città con la luna nello stemma, è insanguinata da una serie di efferati delitti, compiuti da un misterioso individuo soprannominato “Il Massacratore”. Qui opera Dog che, servendosi dei suoi poteri ematici, compie numerosi furti su commissione con abilità e professionalità tipica di chi è avvezzo al mestiere. Il Capitano-Commissario Vorat, su disposizione reale, giunge in città per fermare questa scia di sangue oramai fuori controllo; la sua missione è una sola: catturare l’assassino, costi quel che costi. Durante uno dei suoi ultimi lavori, la strada del ladro s’incrocia con una delle vittime del Massacratore: per lui ora si tratterà di scappare da Vorat, dimostrare la sua estraneità agli omicidi e, contemporaneamente, scoprire chi e perché ha tentato di incastrarlo. In un mondo dove i continenti ruotano attorno a un gigantesco gorgo marino, il Maelstrom, si consumano le vicende di due personaggi, destinati a incrociare le proprie strade, per fronteggiare un turbine di sangue e morte. Chi è davvero il Massacratore? Cosa c’è dietro quella sua così inumana maschera?
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

Quando mi hanno detto di leggere questo libro ho pensato che non era male la trama, ma non pensavo minimamente mi sarebbe piaciuto così tanto! Parte come un fantasy, di cui mantiene le caratteristiche principali (un mondo “particolare” dove i continenti ruotano attorno a un maelstrom con un bel un po’ di magia -del sangue-), ma che poi si trasforma in un giallo. Avete capito bene, un giallo,! C’è un ladro, un assassino, un commissario e tante tante vittime, mi ha piacevolmente sorpreso questo genere “a matriosca”.
Ma andiamo con calma. 
Siamo a Gholan, una delle città dei Regni di Alek, dove un misterioso assassino chiamato “Massacratore”, nomignolo che si è guadagnato facendo a pezzi le sue vittime. Lui è un personaggio misterioso, che porta sempre una maschera e che sembra avere poteri particolari e un arma precisissima nel tagliare, tant'è che le sue scene del crimine sono molto pulite.

“Tutti noi indossiamo una maschera ma io ne indosso addirittura due: una vera che è il vero volto che ha la mia anima e una finta, per il resto del mondo.”

Ed è causa del Massacratore che il commissario Vorat arriva in città, per cercare di scoprirne l’identità e fermarlo. Ma le loro strade sono destinate ad incrociarsi con il famoso ma sfuggevole Mezzanotte, un ladro abilissimo che sembra aver attirato su di sè l’attenzione del Massacratore, motivo che lo porterà a fare la conoscenza di Vorat…


“La nostra storia è scritta nel sangue e nel sangue prosperiamo. Tu e io, Mezzanotte, siamo uguali.”

Questa storia ha al suo interno tutto, indagine, azione, sangue (un po’ di sangue ci sta ogni tanto!), magia (o meglio ematia!), persino amicizia; si legge molto bene perché il testo è scorrevole senza perdersi troppo in descrizioni e storie. Il mondo in cui si svolge tutto è sì tracciato a grandi linee ma non sono mai noiose o pesanti le informazioni che ci vengono date, anzi molte questioni alla fine restano “aperte” e la curiosità è tanta! È stato davvero un bello leggere questa storia e scoprire questo autore davvero bravo, considerato che è un self non ho trovato nessun genere di errore (né di trama né di grammatica) e la cosa mi ha fatto molto piacere. 
Non riesco davvero a trovare un difetto a questo libro, se non il fatto che non esiste un seguito (ad oggi) e sarei davvero curiosa di sapere cosa ne sarà di Dog, con il suo passato enigmatico che gli pesa ancora addosso, così come son curiosa di sapere di altre cosucce accennate alla fine, che non posso rivelarvi se no vi farei spoiler enormi!

Vi dico quindi se siete amanti del fantasy variegato giallo e se non vi impressionate facilmente per certe scene un po’ violente (suvvia un po' di sangue non fa mai male a nessuno!) questo è il libro che fa per voi!! Per cui… LEGGETELO!!!

E ora non mi resta che attendere il seguito, con un po’ di impazienza! 

8 commenti:

  1. Bellissima recensione, mi è venuta voglia di leggerlo!
    A presto, un bacio
    Laura
    Le fiamme di Pompei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura!! <3
      Leggilo perchè secondo me ti piacerà!!
      :-*

      Elimina
  2. Ciao Federica! Avevo letto anche io questo romanzo un bel po' di tempo fa, mi colpì tantissimo il titolo che mi piacque subito. Anche la mia opinione è stata positiva! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! :)
      Mi sembra proprio di capire che io e te abbiamo gusti simili :D

      Elimina
  3. Ciao! Ho iniziato da poco a leggere fantasy e devo dire che è un genere che mi piace sempre di più, se poi questo che ci proponi diventa anche un giallo, allora non posso assolutamente perderlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria te lo consiglio davvero, perchè è si fantasy ma non di quelli pesanti, e si legge davvero bene!!

      Elimina
  4. Hola! Come ti dicevo, stuzzica il mio interesse! Spero di leggerlo presto, perchè un fantasy originale e ben scritto ci sta sempre:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, leggilo, leggilo, leggilo!!! :)

      Elimina