mercoledì 9 novembre 2016

ALBION OMBRE - Bianca Marconero


Penso di non aver mai letto un libro in così poco tempo come in questo caso, ci ho messo due giorni talmente ero presa dalla lettura. Questo è il secondo libro della saga del ciclo del primo anno (la recensione del primo libro è qui) per chi non avesse letto il primo Albion state alla larga da questa recensione per non imbattervi in spoiler!!


Titolo: Albion Ombre (Ciclo del primo anno #2) Writer’s Edition
Autore: Bianca Marconero
Editore: Limited Edition Book
Pagine: 691
Trama: Marco Cinquedraghi e i suoi amici hanno scoperto di essere portatori di una peculiarità genetica che si fonda nella leggenda. Sono le nuove incarnazioni di Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda. Ma qual è il prezzo del loro privilegio? A cosa si deve rinunciare per guadagnarsi un destino già scritto? Marco preferisce non chiederselo. Saranno gli errori commessi e le bugie a trascinarlo in una spirale che lo obbligherà ad aprire gli occhi, mentre anche l'eredità di mago Merlino si risveglia e reclama il proprio tributo. Tra amicizie che si incrinano, amori condannati per le colpe del passato, l'ombra di una fata leggendaria e un'indagine su una morte sospetta che sembra portare a una tragica verità, i ragazzi dell'Albion College proseguono il loro cammino per diventare grandi. Ma capire cos'è la vera grandezza comporta un sacrificio che ognuno di loro dovrà affrontare da solo, per salvarsi.

Nel precedente capitolo abbiamo lasciato Marco e i suoi amici alle prese con la consapevolezza di essere portatori di un’eredità non indifferente: sono infatti geneticamente discendenti dai Cavalieri della Tavola Rotonda e di Re Artù. Per loro non è facile convivere con questa cosa, soprattutto per Marco è un peso enorme essere il Re, perché lui non si sente in grado di assolvere a un compito così importante.
Ritroviamo ancora tutti i personaggi del primo volume (Marco, Helena, Lance, Deacon e Erek) con l’aggiunta di Samira che prima aveva un ruolo più marginale (si scoprirà molto di più su di lei e sul suo passato nella novella “Diario di un’assassina” che è l’intermezzo tra i due volumi, la mia recensione su questa novella qui) e  abbiamo anche una new entry: Morgana. Lei è un personaggio particolare, la fata, da sempre collegata ad Artù in modo molto profondo, ma che non si capisce bene cosa voglia,  all'inizio si fa fatica ad inquadrare il personaggio tant'è che Marco la definisce come 
“una ragazza che metteva maschere su maschere ed era, in realtà, tutta da scoprire”.

Anche stavolta gli ostacoli da affrontare a scuola per lui saranno tanti, resterà solo di nuovo, anche se in realtà Lance sarà sempre al suo fianco perché per lui Marco è tutto, tanto importante da rinunciare persino a Ginevra. Dopo la rivelazione sul loro destino si ritroveranno tutti a fare i conti con il passato, un passato difficile da lasciarsi alle spalle, per anni e anni hanno reagito sempre nello stesso modo, con quelle ombre che gravano su di loro da secoli.

“Sì, l’ombra è parte di noi” disse Angus, “occorre accettarla perché è ciò di cui siamo fatti. Non importa quanto male facciamo e quanti errori commettiamo, l’ombra non ci abbandona”.

Ho apprezzato molto questo libro, addirittura più del primo, mi piace tantissimo l’idea del patrimonio genetico arturiano e adoro il fatto che sia ambientato ai giorni nostri mischiando associazioni secolari come Templari e Assassini con la tecnologia e la chimica odierne, trovo proprio geniale questa combinazione. Mi piace il ruolo destinato ad ognuno dei personaggi e nonostante non ami molto Lance, sempre troppo perfettino, adoro il rapporto che ha con Marco, un’amicizia che va oltre l’amore. Ho apprezzato di più anche Marco rispetto a prima, che sta crescendo e sta cercando di farlo da solo, mi sono ritrovata molto vicino a lui quando era abbandonato da tutti, ho provato la sua rabbia, la sua determinazione, il suo amore, il suo dolore. La storia non è mai noiosa o banale, una storia dove si intrecciano magia, avventura, mistero, amicizia, amore, leggenda, con diversi colpi di scena che cambiano la visione delle cose quando meno te lo aspetti; per non parlare poi del finale che è tutto da scoprire, sono state lasciate aperte molte questioni e non vedo l’ora che esca il terzo capitolo per sapere cosa accadrà!


Se non si fosse capito adoro questa saga, sto scalpitando per leggere i seguiti, ora non mi resta che buttarmi sul “Principe Spezzato” per tornare all’Albion College ancora una volta.

4 commenti:

  1. CHE SODDISFAZIONE*-* Ombre è bellerrimo, io l'ho letto no stop in un giorno, soffrivo, amavo e imprecavo, mi ha presa proprio visceralmente come non accadeva da tempo*-* Sono felicissima di sapere che è piaciuto anche a te:) E poi, l'unione fa la forza: forse, se glielo chiediamo in due, fa uscire Eredità presto, prima che io muoia per autocombustionexD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii mi è piaciuto tanto!! E mi piace la tua idea di sollecitare Eredità!!!!! XD sono curiosaaaa'!!

      Elimina
  2. Ciao! Non conosco questa saga, ma sicuramente sembra qualcosa di appassionante e coinvolgente...da divorare, come hai detto tu!

    Complimenti per il blog e per il titolo simpaticissimo...nuova iscritta!
    Se vuoi passare a dare un'occhiata al mio sito, mi fa molto piacere!

    lanostrapassionenonmuore.blogspot.it

    A presto e buone letture :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere di conoscerti, sei la benvenuta :) e grazie per i complimenti ^_^
      Questa saga è davvero bellissima, te la consiglio assolutamente!
      Passo subito da te!
      A presto!!

      Elimina